dona il tuo 5x1000

Cos’è il 5×1000 e come funziona

Se non sai bene cos’è il 5×1000 e come funziona, o semplicemente se ti stai chiedendo a chi donare quest’anno il tuo contributo, sei arrivato nel posto giusto.

In quest’articolo potrai trovare, infatti, tutte le informazioni che ti occorrono.

Negli ultimi anni il 5×1000 è stato per noi uno strumento di donazione fondamentale, per questo ci sembra importante e doveroso permettere ai nostri donatori di fare una scelta pienamente consapevole.

Cos’è il 5×1000

Il 5×1000 è stato introdotto in Italia dalla legge finanziaria del 2006. Da quel momento ogni cittadino pagante le tasse può destinare  il proprio 5×1000 a un Ente non profit come il Consorzio FA.

Ma cos’è il 5×1000? In sostanza rappresenta lo 0.5% dell’IRPEF, un’imposta che ogni cittadino deve allo Stato in quanto tassa sul reddito per persone fisiche. Come tassa è imponibile soltanto ai privati, e non alle aziende.

Ci teniamo a precisare che il 5×1000 non è una tassa in più, ma una tassa che comunque andrebbe pagata allo Stato.

5×1000: come funziona e a chi si può dare

Per destinare il tuo 5×1000, per esempio al Consorzio Fa, nel tuo modulo per la dichiarazione dei redditi devi firmare e inserire il codice fiscale 02277040164 alla voce “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale ecc”.

Come spiegheremo nel paragrafo successivo, è necessario sia apporre la propria firma che indicare il numero di codice fiscale della Onlus che si è scelto di sostenere, per esser certi che il 5×1000 vada a buon fine.

A chi va il 5×1000 se non si sceglie

Nel caso in cui non venisse inserito il codice fiscale dell’ente beneficiario, il 5×1000 verrà ripartito tra tutti gli Enti che rientrano nell’elenco delle associazioni accreditate.

Se invece non si firma e non si inserisce il codice fiscale, quindi in sintesi se non si sceglie di destinare il 5×1000, questo verrà versato direttamente come imposta allo Stato.

Dichiarazione dei redditi 2018: differenze tra il 2, il 5 e l’8 per mille

Scegliendo di donare il 5×1000 potrai comunque donare anche il 2 e l’8 per mille dell’IRPEF; i tre contributi, infatti, coesistono indipendentemente.

L‘8×1000, come il 5×1000, è un contributo obbligatorio e si può decidere se destinarlo allo Stato oppure ad un ente religioso. Gli enti accreditati sono la Chiesa Cattolica, Unione delle Chiese cristiana avventiste del 7° giorno, Assemblee di Dio in Italia, Chiesa valdese, Chiesa Evangelica Luterana, Unione delle Comunità ebraiche, Sacra arcidiocesi ortodossa, Chiesa Apostolica, Unione cristiana Evangelica Battista, Unione Buddista, Unione induista.

Il 2×1000, invece, non è obbligatorio e si può indirizzare ad un partito politico a propria scelta.

Il tuo 5×1000 al Consorzio FA

Se deciderai di donarci il tuo 5×1000, saremo felici di darti il benvenuto nella nostra grande famiglia.

Donarci il tuo 5 per mille ci aiuterà a portare avanti il progetto del Villaggio Solidale, una comunità per ragazzi disabili, giovani in difficoltà e mamme con i propri figli in particolari situazioni di disagio, che sorgerà a Lurano (BG).

Se ancora non conosci il progetto del Villaggio Solidale, puoi leggere di che si tratta nella sezione dedicata sul sito.

Cosa aspetti? Dona il tuo 5×1000 e aiutaci ad aiutare chi ne ha bisogno!